Gli animali smarriti al giorno d’oggi sono di più di quanto si possa credere. A quanti di noi è successo di veder uscire di casa il nostro gatto e di averlo poi aspettato per giorni perché si era smarrito?
O di aver accidentalmente lasciato il cancello aperto e Fido è scappato?
Nessuno è perfetto, per quanta attenzione si possa fare, la probabilità che, almeno una volta nella vita, il nostro animale possa scappare o perdersi c’è.

PERCHÉ GLI ANIMALI SCAPPANO E SI PERDONO?

Le motivazioni che portano un gatto o un cane a scappare di casa sono, di solito, motivazioni legate alla possibilità di accoppiamento. In natura gli animali hanno il territorio che gli garantisce la possibilità di accoppiamento e quindi di mantenimento della specie.
In cattività quest’esigenza è regolata da noi uomini, ma la natura chiama, e se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto!
L’esplorazione di aree molto vaste è un bisogno etologico molto forte sia nel cane che nel gatto.
Un’altra motivazione abbastanza comune è la paura.
Un animale spaventato cerca una via di fuga perché in natura è quello che farebbe, allontanarsi velocemente dalla causa dello spavento.
Un esempio comune sono i fuochi d’artificio delle sagre estive, i botti di Capodanno, rumori forti improvvisi.
A causa di tutto ciò quindi molti animali smarriti non riescono a far ritorno a casa.

animali smarriti per strada

Cosa si può fare quando non abbiamo più notizie del nostro amico animale?

La prima cosa utile da fare con un animale smarrito è cercare di ripercorrere la strada fatta e chiamarlo ad alta voce; se il cane si è nascosto per paura o si è disorientato e non riesce più a tornare a casa, sentire la voce del padrone può essere rassicurante e può fare in modo che il nostro amico si faccia vedere.
Se questo non ha un riscontro positivo nell’immediato, la cosa più giusta e utile da fare è una denuncia di smarrimento all’Asl di competenza fornendo i nostri dati personali e il numero di microchip del nostro animale.
Sicuramente una cosa utile da fare è creare dei volantini con i dati dell’animale; nome, colore, taglia, caratteristiche principali sia fisiche che del carattere: ad esempio se il nostro cane è pauroso e non si fa prendere dagli estranei è utile precisarlo per evitare che corra ulteriormente.
Avvisare i canili della zona, le associazioni di riferimento è utile perché in caso di avvistamento le persone sono solite contattare le volontarie che ne fanno parte.

Se tutto questo non basta cosa possiamo fare per trovare il nostro animale smarrito?

Se avete provato di tutto ma il vostro migliore amico a quattro zampe non torna a casa, potete chiamare Pet Detective, un’organizzazione che opera in Italia e all’estero nella ricerca e soccorso di animali dispersi.
I Pet Detective sono dei cani che, grazie al loro olfatto e al loro addestramento eccezionale, operano nella ricerca di altri animali.
Sono anche delle persone che mettono in atto uno studio approfondito del comportamento animale unito a una pianificazione strategica delle operazioni di soccorso.
Insomma, sono un binomio perfetto!

animali smarriti pet detective

COME OPERANO I PET DETECTIVE?

Come prima cosa i tecnici di Pet Detective creano e gestiscono gli annunci di smarrimento a livello professionale, coprendo le zone realmente importanti per la ricerca dell’animale in questione.
Sfruttano la visibilità dei Social Media per una diffusione maggiore dell’annuncio e coinvolgono attivamente le associazioni di volontariato di zona, guardie cinofile, canili e gattili dei dintorni.
Vi è poi la ricerca sul campo eseguita dal binomio ”conduttore-pet detective” che utilizza le tracce olfattive lasciate dal nostro amico a quattro zampe per ricreare la pista condotta dal cane disperso.
La metodologia di ricerca è personalizzata in base alle abitudini dell’animale, al luogo dove vive e dove si è disperso.
È fondamentale non commettere errori durante la ricerca, ecco perché sono molte le persone che si affidano ai Pet Detective.
I risultati, tra l’altro, sono eccellenti, infatti le probabilità di riuscita sono dell’82%, percentuale molto alta che ci indica l’alto livello di preparazione e professionalità di questi professionisti.

Come si diventa Pet Detective?

Per diventare un Pet Detective professionista è necessario frequentare dei corsi professionali ed un periodo di esperienza lavorativa sul campo.
I casi sono tutti diversi e le variabili da considerare per condurre indagini professionali sono molte.
I protocolli di indagine utilizzati in questa professione seguono le tecniche di indagine applicate dai principali corpi di polizia e per questo richiedono un periodo di studio e pratica.
Per diventare Pet Detective non sono necessari titoli di studio o particolari abilità.
Come tutti i lavori tuttavia esistono alcune competenze ed attitudini che un buon professionista deve avere: amore per la natura, amore per gli animali ed per il lavoro all’aria aperta.
È richiesta una buona conoscenza degli strumenti informatici principali e capacità di comunicazione e sensibilità verso le vittime di smarrimento.

Chi invece intende diventare Pet Detective insieme al proprio cane, deve aver frequentato e superato il corso per conduttori di cani da traccia.



Messaggi correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

X
X