in montagna con il cane

Siete pronti a ricevere i migliori consigli per passare dei momenti indimenticabili in montagna con il vostro cane? Scopri luoghi mozzafiato nella varietà paesaggistica dell’Alto Adige

IN MONTAGNA CON IL CANE: L’ALTO ADIGE UN PARADISO ANCHE D’INVERNO

Se vuoi andare in montagna con il cane, abbiamo una regione che fa per te!
L’Alto Adige è una nota destinazione per le vacanze estive ed è particolarmente popolare tra gli amanti della natura e delle escursioni.
Qui si possono trovare destinazioni adatte a tutti, spaziando tra piacevoli passeggiate o impegnativi tour in montagna.
E per l’inverno? Anche nella stagione fredda, il paesaggio offre incantevoli passeggiate attraverso il paesaggio innevato, escursioni con le racchette da neve su pascoli e prati alpini o piste di slittino per tutta la famiglia.

Julia Schwärzer, giovane educatrice cinofila alto atesina, ci porta alla scoperta delle sue montagne, assieme a Luna & Sun, i suoi adorati Bordercollies. Julia ha scritto un libro guida che presenta una selezione di 65 tour di diversa lunghezza e grado di difficoltà, in tutto l’Alto Adige, ideali per essere affrontati in compagnia di un cane: Alla scoperta dell’Alto Adige con l’amico più fedele. Escursioni a misura di cani, dalla Val Venosta alle Dolomiti.

I fantastici paesaggi invernali vi invitano a vivere la montagna insieme al vostro cane, a lasciarvi alle spalle la vita quotidiana e a concludere una perfetta giornata invernale in movimento con calda ospitalità e buon cibo.

Potrebbe interessarti anche il nostro articolo I CANI SENTONO FREDDO? I FATTORI DETERMINANTI

ESCURSIONI IN MONTAGNA CON IL CANE

Con le racchette da neve

Il modo migliore per vivere la montagna con il cane, è immergersi nel silenzio e nella solitudine riposante del bianco paesaggio invernale.
Lontano dal rumore e dal trambusto della città, puoi lasciarti alle spalle la frenesia della vita quotidiana passo dopo passo insieme al tuo cane e lasciare farti strada nella neve fresca.
Con le racchette le passeggiate sono nettamente agevolate, evitando di sprofondare nella neve fresca. Tuttavia, risulta più faticoso di un’escursione a piedi, per questo è anche una buona opportunità per allenarsi. Se si parte per un’escursione con le racchette da neve con il cane, non bisogna dimenticare che è molto faticoso anche per lui.
Inizialmente occorre sviluppare una certa pratica nel camminare con le racchette da neve e fare attenzione a non ferire accidentalmente il cane, specie perché la parte inferiore delle racchette da neve è provvista di ramponi di ancoraggio.

Molte destinazioni escursionistiche in Alto Adige meritano una gita con le racchette da neve, che si tratti della leggendaria zona del Catinaccio, del mondo da sogno delle Dolomiti o della soleggiata Val Venosta: ognuna di esse merita una visita. In molti luoghi ci si può facilmente attrezzare di racchette da neve per un’indimenticabile escursione nella natura bianca recandosi presso vari negozi di noleggio locali.

in montagna con il cane

I requisiti di base includono: avere tu stesso una buona esperienza della montagna, informarti bene sulle condizioni dell’itinerario scelto e soprattutto sulle condizioni meteorologiche e sul rischio valanghe nelle giornate in cui si decide di fare il tour, anche per il fatto che un percorso estivo di modesta difficoltà può risultare molto impegnativo o addirittura sconsigliabile o chiuso per ragioni di sicurezza d’inverno.
È consigliabile per i principianti/amatori di recarsi negli uffici turistici o negli hotels in zona, i quali spesso organizzano gite guidate.

Il cane in montagna deve essere in forma e divertirsi nella neve, oltre ad avere una propensione a resistere a condizioni fredde e umide. I cani di piccola taglia raramente sono adatti a lunghe escursioni nella neve profonda, poiché per loro tali condizioni richiedono uno sforzo a volte estenuante.
Se la salita non è ancora battuta, si consiglia di far camminare il cane dietro il padrone e quindi di farlo procedere in maniera più agevolata.
Se il cane corre davanti sulla pista, deve rimanere al guinzaglio, perché altrimenti è particolarmente probabile che spaventi gli animali selvatici. Particolare attenzione al riguardo dovrebbe essere presa nel bosco nelle ore mattutine.

Con lo slittino

Andare in slitta con un cane è una grande esperienza, il divertimento e l’azione sono garantiti. Tuttavia, anche per questa attività occorre abituare il cane.

Ci sono numerose piste da slittino in Alto Adige. Nei fine settimana e quando il tempo è bello, le piste da slittino popolari sono naturalmente molto frequentate. Per i principianti, quindi, è adatta una pista da slittino meno affollata. È anche consigliabile scegliere piste che abbiano una salita e una discesa separate.
Sta a voi decidere se tenere il vostro cane al guinzaglio o lasciarlo libero nella discesa.
Tuttavia, non bisogna mai legare il cane alla slitta, soprattutto non nella parte anteriore, e non legarlo mai al collare.
C’è un grande rischio di arrivare addosso al cane e ferirlo gravemente. Se il cane corre liberamente, una buona obbedienza di base è un requisito fondamentale.

Se il cane tende a correre verso altre persone o ha un forte istinto di caccia, deve essere assolutamente tenuto al guinzaglio con pettorina.
Quando si va in slitta, la velocità deve essere adattata al cane. Inoltre, non bisogna scegliere una discesa troppo lunga perché è da tenere conto che il cane ha già percorso tutta la salita.
Un comportamento rispettoso e responsabile verso le altre persone, gli altri cani, ma anche verso il proprio animale è essenziale per poter trascorrere una giornata divertente.

Se amate la natura incontaminata e le montagne dell’Alto Adige, dovete assolutamente mostrare considerazione per gli animali selvatici durante un’escursione. Non bisogna dimenticare che stiamo invadendo il loro habitat nelle nostre escursioni.
Un comportamento sconsiderato spesso spaventa gli animali selvatici, mettendoli in situazioni di pericolo di vita: qualsiasi fuga consuma le loro riserve di energia, cosa quindi da evitare perché essi sono particolarmente indeboliti nei lunghi inverni nevosi e hanno bisogno di molto riposo.

IN MONTAGNA CON IL CANE: CONSIGLI PER UN’AVVENTURA SICURA E RILASSATA

in montagna con il cane

Un buon equipaggiamento è importante per un’escursione invernale spensierata.

Per l’amico a due zampe:

  • Racchette da neve
  • Scarponi da trekking impermeabili
  • Abbigliamento traspirante e caldo, berretto, guanti
  • Bastoncini da passeggio
  • Occhiali da sole o da sci
  • Crema solare
  • Bevanda calda in thermos e cibo a sufficienza rendono perfetta la gita invernale.

    Meglio avere uno zaino con un cambio in più che uno in meno, poiché in montagna il tempo varia notevolmente ed in assenza di sole le temperature calano radicalmente. Nel caso di giornate calde, la neve tende a sciogliersi, ragion per cui pantaloni impermeabili o ghette sarebbero in tal caso consigliati.

    Portare sempre con sé il telefono (carico) per eventuali emergenze. Nel caso l’itinerario segua percorsi non coperti dalla rete telefonica, sarebbe consigliato avere anche un sistema di localizzazione di tipo pala-ARVA-sonda.

Per l’amico a quattro zampe:

  • Coperta o materassino per riposare
  • Scarpette per cani se necessario
  • Crema o grasso per le zampe (per evitare che la neve appiccichi sotto di esse)
  • Acqua tiepida
  • Cappotto per i cani con pelo corto, cibo se necessario croccantini
  • Kit di pronto soccorso
  • Un’imbragatura ben aderente
  • Un guinzaglio adatto (sconsigliati i guinzagli estensibili)
  • Sacchetti di raccolta bisogni dovrebbero essere portati nello zaino

La corretta preparazione per un’escursione invernale con il cane comprende quindi il vestire un abbigliamento adeguato, il controllo del kit di primo soccorso per gli esseri umani e gli animali, oltre a decidere se è necessario fornirsi di provviste al sacco o se si preferisce consumare una bevanda calda e prelibatezze culinarie in un rifugio o malga.

Se non provvisti dell’adeguata attrezzatura, è importante informarsi se è possibile noleggiare l’attrezzatura necessaria sul posto.

Ora nulla si oppone a una stupenda vacanza con il vostro cane nel paesaggio invernale dell’Alto Adige!

ESCURSIONE CON IL CANE IN MONTAGNA ALL’ALPE DI NEMES

Escursione all’Alpe di Nemes lungo il pendio carnico nel cuore delle Dolomiti di Sesto.

Dal parcheggio presso il Passo di Monte Croce Comelico si segue l’indicazione nr. 131 su un’ampia strada forestale leggermente in salita e talvolta in discesa in direzione Alpe di Nemes. Oltrepassando la Cappella di San Michele si raggiunge in 30 minuti una diramazione: seguire sempre l’indicazione “Alpe di Nemes” a sinistra.
Si procede nel bosco attraverso un variegato paesaggio, costeggiando radure e zone paludose. Su un ponticello in legno si attraversa il biotopo fino a raggiungere (dopo quasi 1.5 ore) il Rifugio Malga Nemes al di sopra della linea del bosco dove è possibile ristorarsi.
Il magnifico scenario delle Dolomiti con Croda de Toni, Croda Rossa e Punta dei Tre Scarperi contribuisce al fascino di questo tour.
Davanti al rifugio Malga Nemes passa il sentiero nr. 156 diretto alla Malga Coltrondo dove è anche possibile ristorarsi (30 – 40 minuti dall’Alpe di Nemes). Seguendo appunto il sentiero nr. 156 si incontra un primo tratto ancora pianeggiante, poi con leggero saliscendi, fino alla Malga Coltrondo. Proseguendo sul sentiero nr. 149 dalla si arriva nuovamente al sentiero nr. 131, su cui si fa ritorno al parcheggio.

Questo tour, consigliato in estate e inverno, quando il paesaggio innevato affascina gli escursionisti, è adatto all’intera famiglia, amici a quattro zampe inclusi. Solo la malga Nemes è aperta d’inverno, la malga Coltrondo non sempre: informarsi ad ogni modo sulle date esatte di apertura. 

GUIDA: ALLA SCOPERTA DELL’ALTO ADIGE CON L’AMICO PIÙ  FEDELE

Se ami andare in montagna con il tuo cane, non puoi non avere la fantastica guida di Julia che presenta una selezione di 65 tour di diversa lunghezza e grado di difficoltà, in tutto l’Alto Adige, ideali per essere affrontati assieme al tuo amico a 4 zampe.

Le escursioni proposte includono mete percorribili in ogni periodo dell’anno. I percorsi sono corredati di descrizioni dettagliate, dati tecnici e cartine topografiche e comprendono sia tour più conosciuti che suggerimenti inediti per tracciati meno noti.

Per ogni area sono indicati sentieri brevi e semplici, ma anche percorsi più impegnativi, naturalmente con un occhio di riguardo per le speciali esigenze dei nostri fedeli compagni di viaggio. Il libro è integrato da indicazioni sui punti di ristoro più adeguati, quali rifugi e malghe, e da una speciale app.

Acquistalo a questo link: “Alla scoperta dell’ Alto Adige con l’amico più fedele

Messaggi correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

X
X