ULMINO: UN RIFUGIO PER CANI ANZIANI

ULMINO: UN RIFUGIO PER CANI ANZIANI

Conosciamo insieme la storia di Ulmino, un Rifugio per cani anziani nelle colline bolognesi, nato dall' amore e la dedizione per gli animali e diventato un progetto di vita

Nelle colline romagnole esiste un luogo davvero incredibile.
Un luogo nato dall’ amore sconfinato per gli animali, un sogno realizzato che è diventato la vita di due persone dall’ animo meraviglioso.
Il rifugio “ del Prick e dell’ Ulmo”, chiamato più semplicemente “Ulmino” è, innanzitutto, un rifugio per cani anziani,
un rifugio per quei cani che hanno  avuto una vita piena di difficoltà, per quei cani malati e maltrattati che non hanno avuto altro che niente nella loro vita e nessuna possibilità di riscatto.
Ma partiamo dall’ inizio, quando alla fine degli anni ’80 Ezio comprò questa casa con molto terreno per far vivere i suoi cavalli in libertà;
al tempo non aveva esperienza con i cani ma l’ incontro con Ulmo fu l’ inizio di questo grande sogno, che nel tempo è diventato un progetto realizzato.
Ulmo era un levriero Greyhound, l’unico che Ezio ha comprato nella sua vita. Successivamente arrivò Prick, un meticcio trovato con un collare al collo talmente stretto da procurargli gravi ferite e abrasioni.
Da qui in avanti fu un susseguirsi di arrivi di cani; alcuni vivevano a catena, altri venivano maltrattati o portati ad Ezio perché non più voluti e tutti erano anziani. 
Con il passare del tempo questo luogo è diventato un vero e proprio Rifugio. Fu così che nacque “ Ulmino: Rifugio del Prick e dell’ Ulmo”.
Oggi, ad Ulmino, non vengono accettate rinunce di proprietà, chi arriva al Rifugio è stato scelto e voluto da Ezio e Betty.

 
I cani sono quasi tutti anziani e qui hanno trovato la loro casa, ma soprattutto hanno avuto quella possibilità di riscatto per concludere il percorso,
chiamato “vita”, in libertà, in famiglia e circondati dall’ amore.
I cani vivono liberi tutto il giorno in un grande appezzamento di terreno contornato da alberi e zone d’ ombra;
in vari punti hanno sempre a disposizione il cibo secco e acqua fresca.

Durante la notte, invece, vengono sistemati, per gruppi, in casette di legno con all’ interno cuscini e divani su cui dormire e poter riposare comodamente.
Le famiglie canine che vengono composte per la coabitazione serale si possono modificare naturalmente, nel tempo, in base alle preferenze e alle amicizie dei cani.
Non vengono mai sforzati a vivere con chi non legano, ma vengono lasciati liberi, anche qui, di stare con chi vogliono e con chi si sono affezionati di più.
Ezio e Betty hanno notato che esiste una “memoria del gruppo”, ciò significa che i cani che sono qui da più tempo danno indicazioni ai nuovi arrivati, lo fanno attraverso i loro comportamenti,
usando il linguaggio corporeo e le loro modalità relazionali. Senza fare nulla di particolare vengono fornite indicazioni su come comportarsi.
Questo patrimonio di conoscenza non va perso, viene tramandato da cane in cane e di gruppo in gruppo,
è una memoria storica che non si perde ma persiste nel tempo di generazione in generazione.

I cani vivono nella natura, sono dove stanno bene, sono liberi, ed è bellissimo vederli interagire fra loro o semplicemente scorrazzare su e giù per i pendii.
Lassù nella parte più alta a ridosso del bosco, riposano tutti gli “Ulmini” che hanno vissuto qui, a partire da Ulmo, a cui è dedicata una targa.
Ad Ulmino tutti hanno avuto dignità, gioia e pace, in vita ed oltre la vita.
Ovviamente questa è la loro casa, come abbiamo detto, e da qui i cani non si spostano.

Il Rifugio, però, ha bisogno di aiuto continuo, le spese sono molte e si accettano donazioni di ogni tipo.
Si possono fare raccolte di cibo o più semplicemente aiutare economicamente con bonifico bancario( gli estremi li trovate nel sito);
tutto il ricavato viene usato per assistere quotidianamente gli animali che necessitano di cibo, medicine, antiparassitari, ecc.
Un’ altra cosa che si può fare è adottare a distanza un “Ulmino”; se entrate nel sito www.ulmino.it potete trovare le foto dei cani e aiutare mensilmente il vostro amico.
Potete donare il 5x1000 della Dichiarazione dei redditi al Rifugio con il codice fiscale n° 91082030403.
Noi di Pet Vip ci prodighiamo per far conoscere realtà come queste; crediamo fortemente che sia giusto dare visibilità a persone come Ezio e Betty.
Crediamo, anche, che sia doverono ringraziarli per la vita che hanno scelto e per le vite che aiutano e speriamo possano essere da esempio per tutti!

Buona vita amici di Ulmino!