TOSARE IL CANE D'ESTATE

tosare il cane d'estate: giusto o sbagliato?

TOSARE IL CANE D'ESTATE

Molti proprietari di cani pensano che tosare il cane in estate permetta loro di stare più freschi. Ma è giusto o sbagliato? Quando va tosato il cane?

TOSARE IL CANE IN ESTATE

La bella stagione tanto desiderata è finalmente arrivata ma con essa è arrivato anche il grande caldo estivo.
Per questo motivo iniziamo tutti a spogliarci per refrigerarci un pò e, molto spesso, vorremmo fare lo stesso con Fido convinti che il suo pelo sia come un vestito pesantissimo che lo surriscalda.
É bene sapere però che il cane ha pochissime ghiandole sudorifere le quali, tra l'altro,  non sono presenti nel mantello bensì nei cuscinetti delle zampe; Oltre a ciò non ha la capacità di regolare la temperatura, come noi umani, attraverso la sudorazione corporea.
Fatta questa premessa possiamo già intuire se tosare il cane d'estate sia giusto o sbagliato.

Tosare il cane in estate: è giusto o sbagliato?

Più che dire se sia giusto o sbagliato è meglio precisare che è una pratica del tutto inutile ai fini del farlo stare più fresco. Il mantello del cane permette di filtrare i raggi solari ed è, inoltre, uno scudo naturale contro il caldo eccessivo e le radiazioni solari.
Il cane regola la sua temperatura corporea attraverso la sudorazione dei polpastrelli e tramite l’ansimazione, quindi tosare il cane in estate è sbagliato se si pensa di favorirgli la sopportazione delle alte temperature.
Per fare in modo che il cane stia più fresco è bene tenerlo in casa nelle ore più calde, evitare di fargli fare passeggiate lunghe nei periodi estivi così da evitare una problematica che insorge con il caldo e cioè il colpo di calore nel cane.
Tosare il cane in estate è giusto quando ci sono delle problematiche a livello cutaneo particolari o necessità estetiche di un certo tipo.

Quando è necessario tosare il cane?

Il cane va tosato innanzitutto quando ha un mantello a crescita continua.
Ci sono poi razze che non devono essere tosate o che richiedono tosature particolari come ad esempio lo stripping, pratica che deve sempre essere fatta da un toelettatore professionista e che evita l’accumulo eccessivo di pelo nei cani a pelo corto e ruvido.Il mantello del Barboncino, ad esempio, non è soggetto a caduta, per cui oltre a crescere, se non viene ben spazzolato, rischia di riempirsi di nodi difficili poi da togliere.
Ecco che, per i cani con un pelo del genere, la toelettatura e una leggera tosatura periodica gli permette di non avere problematiche a livello cutaneo causate dalla poca esposizione all’aria della pelle.
Affidarsi a toelettatori professionisti è d’obbligo per una corretta igienizzazione della pelle e del mantello e per evitare tosature eccessive..

Se Madre Natura ha fornito il cane di un mantello peloso sicuramente avrà avuto i suoi buoni motivi.
Il pelo del cane, oltre a proteggerlo dai raggi solari e dagli agenti climatici in generale, lo protegge anche da quegli agenti che può trovare all’esterno.
Se il vostro cane è abituato ad uscire in campagna, fa trekking con voi in montagna o semplicemente ha l’abitudine di correre spensierato nei prati, si sarà almeno una volta piantato un forasacco.
Se evitare che il forasacco entri nel condotto uditivo o nello spazio tra le unghie risulta difficile; lasciare il pelo ad una lunghezza media permette di evitare questa cosa spiacevole, che potrebbe anche causare irritazioni cutanee oltre a provocare dolore e fastidio.
Abbiamo visto come tosare il cane in estate sia utile per svariate motivazioni ma non per farlo stare più fresco.

La Natura ci insegna che ogni cosa è al posto giusto, l’uomo ha molto spesso la presunzione di dover intervenire ovunque. Una corretta conoscenza del mondo “canino” vuol dire anche amore e rispetto per chi ci ama incondizionatamente.
Ecco perché noi di Pet Vip ci teniamo a farvi scoprire il mondo Pet nel totale rispetto per i nostri amici a quattro zampe!