PENSIONE CASALINGA PER CANI: PRO E CONTRO

pensione casalinga per cani pro e contro, pensione casalinga, pensione per cani prezzi

PENSIONE CASALINGA PER CANI: PRO E CONTRO

Per chi deve viaggiare e non può portare il cane con sé una soluzione può essere la pensione casalinga per cani. Ma vediamo insieme quali sono i pro e i contro.

PENSIONE CASALINGA PER CANI: PRO E CONTRO

Arriva il momento delle vacanze estive e se, per svariati motivi, non possiamo portare con noi il nostro amico a quattro zampe, ci dobbiamo affidare ad una pensione per cani. Se l’idea di tenerlo in un box non ci aggrada, possiamo optare per una pensione casalinga per cani, quel tipo di pensione in cui il nostro cane soggiornerà in una vera e propria casa all’ interno di un nuovo “branco-famiglia”.
Sono sempre di più le persone che scelgono questo tipo di pensione per cani, infatti il cane è ormai considerato un vero e proprio componente della famiglia e una soluzione di questo tipo ci permette di essere tranquilli nel fatto che sia seguito e che non vengano cambiate le abitudini quotidiane.

Come scegliere una buona pensione per cani

Le pensioni casalinghe per cani sono gestite di norma da esperti del settore, pet sitters o educatori cinofili che offrono un servizio supplementare all’ attività principale.

Se il nostro cane è abituato a frequentare la casa del pet sitter o conosce l’educatore cinofilo il problema non sussiste; sarà facile per lui abituarsi al nuovo ambiente per un periodo di tempo maggiore.
Se, invece, è la prima esperienza dovremmo valutare come prima cosa di affidarci appunto ad un professionista; sono molti quelli che si improvvisano “cinofili” ma essere professionisti del settore è tutta un’altra questione. Essere amanti degli animali non vuol dire saperli gestire in maniera adeguata; il cane ha abitudini soggettive, un carattere definito e molte volte deve integrarsi in un nuovo branco, può avere particolari esigenze alimentari e possono capitare situazioni in cui si richiede un tempestivo sangue freddo e capacità risolutive adeguate (vedi colpo di calore nel cane). 
Se decidiamo di portare il nostro amico a quattro zampe in una pensione per cani, dobbiamo quindi essere sicuri di averlo affidato a ottime mani, la nostra vacanza sarà serena e potrà essere una bellissima vacanza anche per lui.
 

Pensione casalinga per cani: vantaggi
 

Sono sempre di più le persone che decidono di portare “ Fido” in una pensione casalinga per cani perché i vantaggi sono davvero molti.
I nostri amici a quattro zampe vivono in casa con noi e se siamo amanti degli animali dobbiamo sapere che è importante considerare il cane come membro integrante della famiglia. Il cane è un animale sociale, ha come diretto antenato il lupo, simbolo emblematico della vita di branco. Soggetto alle gerarchie come Madre Natura impone, il cane vive bene la sua vita da cane se considerato un membro gregario del branco, un ruolo dove la gestione della quotidianità non gli è affidata ma avente la sicurezza di essere gestito in modo sicuro. Ecco perché uno dei principali vantaggi della pensione casalinga per cani è proprio quello di vivere in casa all’ interno di un nuovo gruppo familiare.
Questo permette al nostro amico di trovarsi un posto nella gerarchia del branco, essere sereno nell’ essere gestito amorevolmente per tutto il periodo di assenza del padrone e soprattutto non cambiare le abitudini quotidiane.
Avere una persona dedicata è un vantaggio non da poco. Pensiamo a quei soggetti che hanno particolari necessità alimentari, allergie cutanee o problematiche di salute; se il nostro cane sta seguendo una cura farmacologica o una dieta particolare, affidarci ad un professionista che garantisca il mantenimento di tali cure ci permette di viaggiare serenamente e fa sì che il cane mantenga uno stato di salute adeguata.
Un altro vantaggio è sicuramente il fattore stress dal distacco affettivo. Lasciare il cane in pensione presuppone un allontanamento da casa, un distacco emotivo dalla sua figura di riferimento e le cosiddette “crisi” hanno una durata breve, giusto il tempo di capire di essere in un luogo sicuro gestito da una persona amorevole.
I cani si lasciano andare e si abituano più facilmente, un aiutino può essere portare la cuccia con gli odori di casa e il gioco è fatto.
Coccole e affetto non mancano nelle pensioni casalinghe, per cui il soggiorno diventa piacevole, fatto di nuove amicizie e divertenti passeggiate. Di solito il pet sitter vi aggiorna su come va la permanenza, e se vedete il vostro cane felice e sereno non preoccupatevi che non vi riconosca più al vostro ritorno.
Appena vi vedrà sarà un tripudio di feste e leccotti!!

Pensione casalinga per cani: svantaggi

Non ci sono veri e propri svantaggi nella scelta di una pensione casalinga per cani. L’unico svantaggio può essere affidarsi ad un improvvisato pet sitter. Come abbiamo anticipato, amare gli animali non vuol dire saperli gestire correttamente.
Se non viene fatto un incontro preliminare conoscitivo richiesto dal pet sitter, ad esempio, può essere un motivo di dubbio. Una cosa fondamentale è fare un primo approccio nel nuovo ambiente insieme al padrone.
Il fatto che andiamo noi insieme a lui nella “nuova” casa gli farà capire successivamente di poter stare tranquillo. Lasciarlo per qualche ora per poi andare a riprenderlo, gli farà capire che torneremo da lui e l’ambientazione o la crisi da separazione sarà più breve.
Quando lo porterete per il periodo più lungo, lui saprà che prima o poi arriverete; i cani non hanno la cognizione del tempo per cui sarà sereno nell’ aspettarvi e si godrà la sua vacanza.
Se non vi verranno richieste le abitudini alimentari e il suo mangime per mantenere la dieta vuol dire che non sono esperti cinofili. Cambiare la dieta al cane in modo repentino non va mai fatto e può causare piccoli problemi intestinali.
Ecco perché, se il pet sitter è un professionista, non vi proporrà mai il suo mangime!
Richiedere la cuccia, le ciotole per il cibo e i giochi personali, oltre ad un fattore igienico è anche un’accortezza. Avere gli odori di casa dà sicurezza, ricrea l’ambiente familiare e permette l’ambientazione più velocemente.
Questi piccoli ma grandi accorgimenti sono alla base di una conoscenza cinofila, trasmettono professionalità e possiamo dire che vi permetteranno di stare tranquilli. Il vostro cane sarà in buone mani!

pensione casalinga per cani pro e contro

Ma quali sono i prezzi di una pensione casalinga per cani?

Portare il cane in una pensione casalinga per cani non è un dispendio economico, i prezzi variano dai 10 ai 15 euro giornalieri.
Ci sono pensioni che offrono servizi extra come ad esempio le passeggiate. Se per alcuni il giretto fuori porta è compreso nel prezzo, per altri ha un costo aggiuntivo che va dai 5 agli 8 euro a passeggiata.
Se la pensione casalinga per cani è gestita da un educatore cinofilo ci può essere come servizio extra la lezione d’educazione dedicata al vostro cane.
Ecco che con un costo aggiuntivo che va dai 10 ai 15 euro per lezione, potete cogliere l’occasione di affidarvi ad un professionista per risolvere piccoli problemi quotidiani.

Come abbiamo visto scegliere la pensione casalinga per cani è sicuramente una soluzione positiva e vantaggiosa se si vuole valutare un alternativa alle tradizionali pensioni per cani.

La parola chiave in ogni caso  è sempre professionalità, ecco perché noi di Pet Vip ricerchiamo e selezioniamo strutture davvero pet friendly (come quella di  Eleonora Grasselli di Noi ontheroad)